Estorsione, usura ed auto bruciate: arrestate 5 persone legate al Clan dei Casalesi

Un’operazione dei carabinieri della compagnia di Casal di Principe ha portato all’arresto di 5 persone accusate di estorsione, usura e incendio doloso di auto. L’indagine condotta dai militari e coordinata dalla Dda di Napoli ha permesso di fare luce su un episodio estorsivo commesso ai danni di due persone nel periodo compreso tra febbraio 2024 e la data odierna.

Le vittime sarebbero state oggetto di una richiesta di circa 100mila euro, derivante da un pregresso debito di 45mila euro elargito a tasso usuraio da uno degli indagati. Il creditore, insieme ad elementi legati alla criminalità organizzata, avrebbe organizzato degli incontri per intimare alle vittime di restituire la somma dovuta. Tuttavia, le riunioni non avrebbero sortito l’effetto sperato, portando i soggetti destinatari della misura alla decisione di passare all’azione.

Nell’aprile alcuni degli indagati si sarebbero recati nei pressi dell’abitazione di una delle vittime e avrebbero dato fuoco a delle autovetture, successivamente risultate non riconducibili a loro. Questo gesto avrebbe portato i creditori a versare un importo di circa 5mila euro come prima tranche di pagamento del debito dovuto.

Tra gli arrestati figura Elio Roma, posto agli arresti domiciliari. L’operazione dei carabinieri conferma il ritorno dell’incubo legato al Clan dei Casalesi e alla violenza utilizzata per ottenere il pagamento di debiti.

Articolo precedenteCaldo a Caserta: la protezione civile si prepara all’emergenza
Articolo successivoNapoli sotto scacco: arrestati cinque membri del clan per usura ed estorsione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui