I carabinieri del Nucleo Forestale di Marcianise hanno recentemente effettuato un servizio volto a contrastare il trasporto illegale di rifiuti nella zona. Durante il controllo, hanno intercettato un autocarro carico di rifiuti ferrosi e hanno seguito il veicolo fino a individuare l’autista, un uomo di nazionalità albanese residente nell’agro-aversano.

L’ispezione del cassone ha rivelato la presenza di rifiuti ferrosi contaminati da sostanze pericolose, per un totale di circa 4 metri cubi. Tuttavia, l’autocarro non risultava autorizzato al trasporto di rifiuti, come confermato dalla mancanza di documenti di tracciabilità e provenienza esibiti dall’autista durante il controllo.

Di fronte a questa situazione, il conducente è stato deferito per gestione illecita di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi e l’autocarro, insieme al libretto di circolazione e ai rifiuti trasportati, è stato sequestrato dai carabinieri.

Questo episodio dimostra l’importanza di contrastare il fenomeno del traffico illegale di rifiuti, che comporta gravi rischi per l’ambiente e la salute pubblica. Le forze dell’ordine continueranno a vigilare su questo tipo di reati per garantire la tutela dell’ambiente e la legalità nel settore dei rifiuti.

Articolo precedenteAvellino sotto accusa: indagati imprenditori, sindaco e tecnico per corruzione
Articolo successivoInchiesta sul traffico di rifiuti a Caserta

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui