Le forze dell’ordine hanno fatto una importante scoperta nel Parco Verde di Caivano, a Napoli. Le vetture di un’azienda di autonoleggio sono state utilizzate per lo spaccio di droga. I finanzieri del comando provinciale di Napoli, insieme all’ufficio inquirente di Napoli Nord guidato dal procuratore Maria Antonietta Troncone, hanno condotto un’indagine che ha portato al sequestro dell’azienda e delle vetture coinvolte.

Le vetture appartenevano alla moglie di un noto criminale del Parco Verde di Caivano, già condannato più volte per reati legati allo spaccio di droga. Il tribunale di Napoli ha emesso un decreto ai sensi del Codice Antimafia che riguarda l’intero patrimonio aziendale.

I controlli dei finanzieri di Frattamaggiore sono scattati dopo il sequestro di cocaina trovata in possesso di una donna. Durante le indagini, è emersa una “evidente sproporzione” tra la capacità reddituale e il valore delle vetture dell’azienda sequestrata. In diverse occasioni, i militari hanno trovato individui con precedenti penali alla guida di queste vetture utilizzate per il trasporto di sostanze stupefacenti.

Questa operazione dimostra l’importanza della collaborazione tra le forze dell’ordine per contrastare il traffico di droga e smantellare le reti criminali che operano sul territorio. La lotta alla criminalità organizzata è una priorità per le istituzioni e azioni come queste sono fondamentali per garantire la sicurezza dei cittadini e la legalità nel nostro Paese.

Articolo precedenteDramma a Ischia: giovane motociclista in gravi condizioni dopo incidente a Terra Rossa
Articolo successivoAppello alla solidarietà: il padre di Bacoli chiede aiuto per la sicurezza della figlia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui