A Napoli, i Carabinieri della Stazione di Pontecagnano Faiano hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare personale degli “arresti domiciliari” emessa nei confronti di Radice Parlato Rosa, residente a Napoli, indagata per tre ipotesi di furto aggravato. La donna è accusata di aver collaborato con complici non ancora identificati per rubare beni da automobili tra gennaio e marzo 2023. Il Giudice ha ritenuto che ci siano gravi indizi di colpevolezza a carico dell’indagata, la quale avrebbe attirato l’attenzione degli automobilisti chiedendo informazioni stradali per consentire ai suoi complici di rubare i beni dalle auto. La misura cautelare può essere impugnata e le accuse saranno valutate nelle fasi successive del procedimento giudiziario.

Articolo precedenteL’usuraio di Nocera Inferiore: il racket dei prestiti illegali
Articolo successivoNapoli sotto assedio: giovani vandalizzano il Mc Donald’s

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui