In meno di un giorno i carabinieri di Angri e Nocera Inferiore, sotto la supervisione della Procura di Antonio Centore, hanno risolto il caso dell’omicidio di Mario Carotenuto, avvenuto ieri a coltellate in via Risi ad Angri. I responsabili del brutale omicidio sono stati arrestati: si tratta del titolare di un noto locale della movida angrese, un uomo di 40 anni, e del suo collaboratore romeno. Durante la perquisizione sono stati trovati una mazza da baseball e altri oggetti utilizzabili come armi.

Nel frattempo, a Furore, un uomo ha minacciato il padre con un rasoio per ottenere del denaro. A Pontecagnano Faiano, invece, un marito violento è stato arrestato per aver picchiato brutalmente la moglie. Questi episodi di violenza mettono in evidenza la necessità di combattere il fenomeno della violenza domestica e di garantire la sicurezza delle persone vulnerabili. Soltanto attraverso un’impegno costante delle autorità e della società nel suo complesso sarà possibile prevenire e contrastare atti criminosi di questo genere.

Articolo precedenteAngri sotto shock: identificati i sospettati dell’omicidio
Articolo successivoIl tesoro nascosto di Somma Vesuviana

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui